"Vivi che la vita è una aggrappati al cuore non fermarti mai non hanno prezzo i sogni che hai, non darli via". Pooh

giovedì 29 dicembre 2011

L’uomo di oggi è il bimbo di ieri

L’uomo di oggi è il bimbo di ieri.
Il vigliacco di oggi è il bimbo che schernivano ieri.
L’aguzzino di oggi è il bimbo che picchiavano ieri.
L’impostore di oggi è il bimbo a cui non credevano ieri.
Il contestatore di oggi è il bimbo che opprimevano ieri.
L’innamorato di oggi è il bimbo che accarezzavano ieri.
Il non complessato di oggi è il bimbo che incoraggiavano ieri.
Il giusto di oggi è il bimbo che non calunniavano ieri.
L’espansivo di oggi è il bimbo che non trascuravano ieri.
Il saggio di oggi è il bimbo che educavano ieri.
L’indulgente di oggi è il bimbo che perdonavano ieri.
L’uomo che respira amore e bellezza è il bimbo che viveva nella gioia anche ieri.

Ronald Russel

mercoledì 28 dicembre 2011

I Pooh su iTunes con la raccolta "Christmas Collection"

In occasione del Natale i Pooh hanno pubblicato su iTunes la raccolta "Cristmas Collection", costituita da 40 brani e distribuita da Believe Digital.
Il brano "Il tempo, una donna, la città (feat. World Rock Symphony Orchestra)" è downloadabile solo acquistando l'intero album.

Ecco la tracklist:

1. Happy Christmas
2. Dammi solo un minuto
3. Cercando di te
4. Ci penserò domani
5. L’altra donna
6. Uomini soli
7. Forse Natale
8. La mia donna
9. Che vuoi che sia
10. Il cielo è blu sopra le nuvole
11. Canterò per te
12. La donna del mio amico
13. Se balla da sola
14. Il cielo non finisce mai
15. Il cuore tra le mani
16. Quando lui ti chiederà di me
17. Cosa dici di me
18. L’altra parte del cielo
19. E non serve che sia Natale
20. Scusami
21. La luna ha vent’anni
22. Vita
23. Io ti aspetterò
24. 50 primavere
25. Se c’è un posto nel tuo cuore
26. Se sai, se puoi, se vuoi
27. La mia notte dei miracoli
28. Stare senza di te
29. Nascerò con te
30. Tu dov’eri
31. Cosa si può dire di te
32. In diretta nel vento
33. Goodbye
34. Il tempo, una donna, la città (feat. World Rock Symphony Orchestra)
35. La leggenda di Mautoa
36. Santa Lucia
37. Giuro
38. Il suo tempo e noi
39. Un anno in più che non hai
40. Vento nell’anima

Felicità è...

...arrotare una caviglia contro il carrello porta pacchi, tirare giù mentalmente qualche divinità dal pantheon egizio e trovare all'ingresso un corriere pronto a coccolarmi.

martedì 27 dicembre 2011

Fredda l'eco di remote ombre...

C'e' chi mi ha detto che i sogni sono solo allegorie.
Per qualcun'altro possono rispecchiare la realta'.
Sono strani giorni questi ed il passato torna sotto forma di sogno declamato in una canzone...

"E solitario un canto di fanciulla in una stanza vuota
dietro una finestra chiusa in pianto si tramuta
fra pareti nude che il silenzio consumò
e la mente incerta a cosa esiste e cosa no.
Poi la sconosciuta a un tratto il viso mi rivela
ne riscopro i tratti dolci gli occhi d'acqua pura
trasparente contro il sole l'abito di lei
ricomposta immagine di voci udite già.
Non violata dall'iniquo tempo
sola e viva dove vive ormai
fredda l'eco di remote ombre
cui sottrarla solo io potrei
prendo le sue mani e breve e intenso è il suo respiro.
Tace il vento sulle pietre bianche
anche il sole sembra attento a noi
cade il velo che l'attesa antica
forte e fragile le ricamò.
Cade giù da un muro un sasso rotola e si ferma.
L'aria si chiude al silenzio e poi
s'alza la polvere intorno a noi
io chiudo gli occhi li riapro e..."

Pooh, "Il tempo, una donna, la citta'"

mercoledì 7 dicembre 2011

Mi piego ma non mi spezzo

Capita di avere la fortuna di avere amici così gentili (grazie Giuseppe!) da spedirti 5 litri di olio d'oliva appena spremuto.
Peccato che il servizio postale abbia un concetto tutto suo su come trattare i colli.
Non posso fare a meno di pensare a Rutger Hauer ed al suo monologo...
« Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. È tempo di morire. »

martedì 6 dicembre 2011

Bricconcelli...

Ho creato questo blog senza grandi pretese o aspettative. Le finalità erano quelle di condividere qualche notiziuola interessante ed i miei pensieri sparsi.
Poi un giorno, secondo le leggi di Internet forse arcane per i non addetti ai lavori, eccolo che comincia a guadagnare traffico... cioé visite... per merito di una foto umoristica inserita nel thread "Posizioni". Solo questa immagine questa settimana ha generato 53 accessi grazie alla ricerca per immagini e della parola "posizioni" su Google.
Ammettetelo, siete dei gran bricconcelli...  ;-)

martedì 29 novembre 2011

Verremo perdonati da un bacio sulla bocca

Ecco perché mi piace curiosare sulle bachece dei miei contatti di Facebook: succede che poi si inciampa in perle di canzoni come questa...

Il Bacio Sulla Bocca - Ivano Fossati

Bella,
che ci importa del mondo
verremo perdonati te lo dico io
da un bacio sulla bocca un giorno o l'altro.
Ti sembra tutto visto tutto già fatto
tutto quell'avvenire già avvenuto
scritto, corretto e interpretato
da altri meglio che da te.
Bella,
non ho mica vent'anni
ne ho molti di meno
e questo vuol dire (capirai)
responsabilità
perciò…
Volami addosso se questo è un valzer
volami addosso qualunque cosa sia
abbraccia la mia giacca sotto il glicine
e fammi correre
inciampa piuttosto che tacere
e domanda piuttosto che aspettare.
Stancami
e parlami
abbracciami
guarda dietro le mie spalle
poi racconta
e spiegami
tutto questo tempo nuovo
che arriva con te.
Mi vedi pulito pettinato
ho proprio l'aria di un campo rifiorito
e tu sei il genio scaltro della bellezza
che il tempo non sfiora
ah, eccolo il quadro dei due vecchi pazzi
sul ciglio del prato di cicale
con l'orchestra che suona fili d'erba
e fisarmoniche
(ti dico).
Bella,
che ci importa del mondo.
Stancami
e parlami
abbracciami
fruga dentro le mie tasche
poi perdonami
sorridi
guarda questo tempo
che arriva con te
guarda quanto tempo
arriva con te.


domenica 27 novembre 2011

Musica è

Mai come in questo periodo la musica è stata parte integrante del mio quotidiano. Come sottofondo, come sveglia, come compagna, come valvola di sfogo, come ninna nanna. Ascolto, scopro, rifletto. Ed ogni volta è una sorpresa riconoscermi, ritrovarmi in testi scritti anni fa, vedere un poco del mio vissuto in melodie scaturite chissà dopo quante riflessioni e prove.
La musica sa unire tante vite e costituire un ponte che supera chilometri ed anni. Anche mentalità, a volte.

Mando un bacio a chi lo vuole...

TI MANDO UN BACIO - Stadio

Anche se non so dove sei
io ti immagino già
sei bella.
Non ho mai capito perché
la tristezza ti fa
più bella.
I pensieri più dolci che ho
sono quelli per te.
Ti mando un bacio con il vento
e so che tu lo sentirai
ti volterai senza vedermi
chiudendo gli occhi capirai
e mi sentirai e mi sentirai.
Io volevo dirtelo sai
che ho bisogno di te
davvero
ma so che tu mi perdonerai
quando ti abbraccerò
ma spero
che il pensiero più dolce che ho ora sia lì con te.
Ti mando un bacio con il vento
e so che tu lo sentirai
ti volterai senza vedermi
chiudendo gli occhi capirai.
Ti mando un bacio con il vento
e so che tu lo sentirai
ti volterai senza vedermi
chiudendo gli occhi capirai
e mi sentirai...

venerdì 25 novembre 2011

Libera davvero d'amare quel che c'è...

Om Mani Peme Hum - Mina

Sana come un pesce sano
Buona come un buon caffè
Bella come un bel sorriso
Che mi accede il viso
Quando vedo te
E mi sento ricca
Di ogni stella in cielo
Ogni giorno un’altra chance
Viva come un gatto nero
Libera davvero
D’amare quel che c’è

E dimmi che non dormo
E questo non è un sogno
Dimmi che nel tuo cuore troverò
Sempre un angolo sicuro
E sarà bello il futuro
Finché invecchierò

E guarda che non dormi
E questo non è un sogno
Giuro che nel mio cuore troverai
Sempre sempre un angolo sicuro
E sarà un gran bel futuro
Finché non morirò

Om mani peme uh
Om mani peme uh
Om mani peme uh
Om mani peme uh
Om mani peme uh
Om mani peme uh

giovedì 24 novembre 2011

Felicità è...

... scoprire come all'improvviso una canzone possa assumere un nuovo significato.

ALI PER GUARDARE, OCCHI PER VOLARE
(Testo: Valerio Negrini - Musica: Roby Facchinetti - Voce: Roby Facchinetti)

Svegliai tra i pensieri il sogno,
entrai nell'idea di te,
fermai fra le labbra il tempo,
contai una luna in più.
Non c'è primavera al mondo
se tu non ti ascolti dentro;
la mia luna è piena,
cosa fai lontana?
Passò sulla fiamma il vento,
svegliò molte stelle in più.
Se avrai ali per guardare,
se avrai occhi per volare
per confini aperti,
non dimenticarti
di me, di me.


martedì 15 novembre 2011

Pensieri come cavalli

Pensieri come cavalli corrono e scalpitano nella mia mente. Improvvisi si impennano, cambiano direzione, lanciano alti nitriti al vento che li sferza.
Corrono in ampi prati forse non più verdi come un tempo, il rumore degli zoccoli è sonoro contro il terreno ormai indurito.
Corrono, inseguendo non so cosa, cercano il torrente blu per un guado inatteso, o anche solo l'ombra di una quercia per trovare pace.

domenica 13 novembre 2011

Occhi di nebbia

Occhi di nebbia per il sonno che sopraggiunge. Ma i pensieri vorticano frenetici, idee un tempo sopite si riaffacciano e mi dimostrano che vale la pena vivere perché le sorprese sanno giungere quando ben altro ti tiene impegnato. Come un messaggio su una bacheca virtuale o una richiesta d'amicizia tra tante.
Mai pensare che le cose, le situazioni siano immutabili. Mai pensare che un semplice gesto di gentilezza non possa divenire un raggio di Sole per chi lo riceve.
Si va avanti. L'importante è non smettere mai di crescere e di credere in qualche piccola follia.

giovedì 10 novembre 2011

Te o te

"Te o te" - Gatto Panceri, album "Stellina"

se dovessi scegliere lo so
non avrei più dubbi non ne ho
fra la terra e il mare non saprei
ma per non sbagliare sceglierei

te... o te
non c'è alternativa più vera e più viva
di te... o te, o te...o te

se me lo chiedessi ti direi
quante cose al mondo salverei
ma se resto lì a pensarci su
sono due le cose e niente più

te... o te
non c'è alternativa più vera e più viva
di te... o te,
e sulla tua pelle le cose più belle io scriverei

e ti darei la vita se non vivessi in me
sarei una cosa vuota se non avessi te...o te
non c'è alternativa più vera e più viva
di te... o te, o te...o te

che in questa mia vita sei
la scelta mia più coerente
riscatto gli errori miei
il passato, il futuro e il presente
voglio il doppio e basti te o te...

voglio te
e semplicemente in mezzo alla gente ti cercherei
persino in uno stadio ti individuerei
fra tanti fiori scelgo, annuso e colgo

te... o te
non c'è alternativa più vera e più viva
di te... o te
e nel mio cielo c'è posto per sole due stelle
per te...o te, o te...o te

non ho scelta devo scegliere
te...o ...te

mercoledì 9 novembre 2011

Dirk Benedict a Bologna

Sabato 5 novembre sono andata a Bologna, presso il negozio "Ultimo Avamposto" per assistere all'intervento di Dirk Niewoehner.
Chi è? Ma è Dirk Benedict, ossia Starbuck in "Battlestar Galactica" e Templeton Peck detto Sberla in "A-Team".
L'attore che ora vive nel Montana da tempo si è ritirato a vita provata per seguire la crescita dei due figli.
Alla mia domanda a chi avesse avuto l'idea di girare la sequenza in cui Sberla incrocia un Cylone, scena poi inserita anche nei titoli di testa della sigla di "A-Team", ha risposto che fu lui a suggerire la cosa al regista, approfittando della presenza di una comparsa in costume durante il giro turistico organizzato quotidianamente negli studios dove registravano gli episodi.
La frase più bella detta dall'attore? "La vita senza figli è come una cinepresa senza pellicola".


Come traduttore d'eccezione Paolo Attivissimo.


Lo so, è solo un attore, è un uomo, non i personaggi che hai interpretato. Ma se da piccola, quando lo guardavo alla televisione, mi fosse stato detto "Un giorno vedrai Sberla e gli rivolgerai pure delle domande", avrei fatto dei salti da qui alle nuvole.  :-)






Lord Fener promuove gli sconti del negozio.
Mamma mia che capelli che avevo! E' inutile, l'umidità è la mia kriptonite...


Un klingon dallo sgaurdo arcigno.



Ops... questo non mi ricordo che razza dell'universo "Star Trek" sia...

lunedì 7 novembre 2011

Canto

Sono giunco, sono canna che si piega al vento, che non si spezza alla tempesta, che canta alla brezza della sera.

domenica 6 novembre 2011

Felicità è...

... andare sul balcone ancora in pigiama e respirare a pieni polmoni perché nella notte è spirato molto vento e l'odore dell'aria è cambiato.

sabato 5 novembre 2011

Lady Oscar

Non avrei mai immaginato di vedere un negozio di kebab portare lo stesso nome di un cartone animato ed un fumetto che ho molto apprezzato...


Felicità è...

... trovarsi su di una pensilina in stazione centrale a Bologna ed accorgersi che in pieno novembre tra i binari c'è un grillo che canta.

Nel buio

Nel buio si ascolta meglio musica. Nel buio i pensieri assumono un colore diverso e vagano leggeri mentre si ascoltano gli accordi di qualcuno che chissà dov'è, a quest'ora.
Nel buio piccole riflessioni si insinuano subdole, snelle lucertole che, prima immobili sulla parete della mia mente, con un guizzo si insinuano in una fessura che ancora non avevo scorto.
Chi sono realmente? Cosa desidero realmente? Sono felice realmente?
La lucertola ormai è infreddolita. Esci piccola, si sta meglio al poco tepore che dona un Sole che brilla lontano così tanti chilometri.

giovedì 3 novembre 2011

Per Umberto Tozzi un duetto, un nuovo doppio CD e collaborazioni

Presto Umberto Tozzi duetterà a Madrid con Sergio Dalma ed insieme interpreteranno il brano "Tu"'. Per il 2012 prevede di terminare entro aprile il doppio CD contenente 18 singoli riarrangiati e delle nuove canzoni. Ci sono in programma inoltre collaborazioni con altri artisti.


Fonte: www.voce.com.ve/vercollettivita.php?id=1099

Come è facile

Come è facile ferire.
Come è facile infierire.
Come è facile usare le parole
come sordide tagliole.
Come è facile far sentire in colpa
ed insistere ancora perché nulla conta.
Come è facile instillare il dubbio, il sospetto.
Com'è facile mancare di rispetto.
Com'è facile tradire l'affetto
di chi chiedeva solo un poco di rispetto.

mercoledì 2 novembre 2011

Era come se il cielo

Era come se il cielo, con grande ardire, avesse baciato la terra, silenziosamente; e lei, nello splendore del nuovo fiorire, di lui stesse sognando dolcemente.
L'aria tra i campi soffiava, e spighe eran ritte sentinelle, il bosco ombroso sussurrava, la notte era chiara di stelle.
E la mia anima allargò ampie le ali poderose, sulla quiete dei campi volò come se tornasse a casa.

Joseph Von Eichendorff

martedì 1 novembre 2011

Dolcetto & scherzetto!

Anche Halloween 2011 è giunto ed anche quest'anno è stato utilizzato come pretesto per ritrovarsi a mangiare, chiacchierare e far giocare i bimbi.
Nel menù, tra le varie pietanze, occhi sodi, pane muffito al nero di seppia, pasticciaccio di zucca e patate.


Per essere in tema con la zucca che ho intagliato mi sono vestita da strega. Il marmocchietto invece è in borghese come sua ufficiale protesta nei confronti di una divergenza d'opinioni sul suo abbigliamento...


Bellezza


L'autunno non è solo l'inizio della fine di un ciclo. Se si guarda bene è esplosione di colori, di odori umidi, di bellezza.
Come cantano i Pooh "E se fosse autunno non faremmo in tempo a mangiare i funghi nati dalla pioggia". Poi aggiungo il vino, i marroni da castrare e arrostire in forno, gli intingoli. Ed è bello indugiare a letto sotto le coperte a sonnecchiare. Ci si veste un po' di più e posso tirare fuori dall'armadio sciarpe e berretti.
Fuori la campagna si trasforma nei colori e negli odori: i boschetti si infiammano, imbiondiscono, poi tendono verso il cielo i rami spogli ma già con la promessa di nuove gemme. La sera il vapore uscito dai campi forma uno strato basso di nebbiolina ed i contadini lavorano i terreni per la semina del mais, del grano, del fieno.
Non riesco a considerare l'autunno una stagione negativa. Fa parte di un ciclo, apparentemente è la fine dell'estate, in realtà fervono i preparativi per la primavera.

Nessuno risponde

Esiste il destino? Cos'è il caso? Perché determinate persone si conoscono in un certo periodo della vita piuttosto che prima o dopo? Nessuno risponde.
Nella mia vita ho conosciuto poche persone a cui posso pensare come veri amici, di quelli che porti nel cuore. Ma ora succede che in questi mesi si è aggiunto qualcuno, ventate di ossigeno dopo anni di aria stagnante. Si scambiano idee, riflessioni, musica, speranza. Ci si racconta un po' alla volta e ci si scopre animali simili, quasi della stessa razza.
Ed è così bello condividere, è così bello esclamare "Hei, la penso come te!".

mercoledì 26 ottobre 2011

I progetti dei Pooh per il 2012: rimasterizzare il catalogo, un musical, un nuovo album

Il cofanetto in luxury edition che documenta la tournée del 2011 dei Pooh, dal titolo "Dove comincia il sole Live", è già in fase di ristampa. Come ha spiegato Red Canzian, "Abbiamo subito esaurito le prime tremila copie numerate e ora ne abbiamo ordinate altre duemila". Roby Facchinetti aggiunge: "E' il caso di tirare fuori lo champagne e festeggiare. Per noi è un momento bellissimo. Se pensiamo ai dubbi e alle paure di un anno fa. Non sapevamo cosa sarebbe successo, come avrebbe reagito il pubblico. E invece la scelta coraggiosa di andare avanti ci ha premiato".
Le riprese effettuate per il live contengono una novità, come spiega Facchinetti: "Avevamo già fatto un esperimento tempo fa a Civitavecchia", ricorda Roby, "ma mai con le telecamere montate sulle palette di chitarra e basso: le immagini sono di grandissimo effetto. E altrettanto suggestive sono quelle che abbiamo girato sfruttando le luci dell'alba durante l'esecuzione delle quattro bonus tracks, nel castello completamente vuoto. Il clima è stato clemente, quei frammenti hanno un sapore particolare".

Il connubio con l'orchestra sinfonica avvenuto ai concerti tenuti a Toronto ed a Sofia nella seconda metà di ottobre rappresenta un ritorno alle origini. Come affermato da Red Canzian, "Fummo tra i primissimi, subito dopo i Deep Purple, a tentare la fusione con i suoni orchestrali". Terminato il tour nei paesi europei che li vedrà impegnati nei primi due mesi del 2012, i Pooh si dedicheranno ai nuovi progetti.
Dodi Battaglia rivela che è in progetto la rimasterizzazione dell'intero catalogo dei Pooh. "Abbiamo scovato alcune chicche inedite che sarebbe un peccato andassero perse. Vorremmo dare una rinfrescata anche ai vecchi dischi che non sono di nostra proprietà, contiamo che la Warner ci dia il suo benestare. Abbiamo incaricato una persona di raccogliere e riordinare tutto il nostro vecchio materiale, da poco abbiamo recuperato delle bellissime immagini che risalgono proprio al tour orchestrale 1972 di 'Alessandra'; se il resto delle cose che abbiamo in archivio è della stessa qualità sicuramente faremo uscire qualcosa per i primi mesi dell'anno nuovo". Ma per il momento nessun nuovo album di inediti: "Per il momento ci attrae di più l'idea di scrivere un altro musical, abbiamo ricevuto due offerte molto interessanti e almeno una andrà sicuramente in porto. Ma siccome il nostro obiettivo minimo è di arrivare al cinquantennale che cade tra cinque anni, prima di allora pubblicheremo sicuramente un album di inediti. La vitalità che abbiamo acquisito con questo tour, ne siamo sicuri, ci porterà a fare cose fantastiche".

Roby Facchinetti toglie ogni dubbio in merito ad una eventuale partecipazione al Festival di Sanremo: "Quella partecipazione è stata una cosa straordinaria, rifare Sanremo, a parte che non somiglia a questo nuovo percorso, non sarebbe la stessa cosa, anche se lo rivincessimo non sarebbe uguale, ci piace continuare a pensare quello che è stato. Per ora non assomiglia a quello che vogliamo rappresentare, poi non si sa mai, la vita è fatta di cambiamenti". Aggiunge "Quando esci dalla sala di incisione, subito inizi a pensare a cosa fare e raccontare in seguito. Piccole idee e appunti si accumulano sempre, abbiamo già idee per il nuovo disco che uscirà alla fine del prossimo anno".

Pooh

Fonti: www.rockol.it/musicaitaliana.com/news/it/2011/11101304.html?/Pooh:_Il_nuovo_live_celebra_il_tour_che_ci_ha_ridato_l_entusiasmo_di_ una_volta_
www.zazoom.it/blog_rsc/post.asp?id=3013

lunedì 24 ottobre 2011

Felicità è...

...accorgersi di avere amici che sanno dedicarti canzoni come questa...

You've Got A Friend - Carole King


When you're down and troubled
And you need some loving care
And nothing, nothing is going right
Close your eyes and think of me
And soon I will be there
To brighten up even your darkest night

You just call out my name
And you know wherever I am
I'll come running to see you again
Winter, spring, summer or fall
All you have to do is call
And I'll be there
You've got a friend

If the sky above you
Grows dark and full of clouds
And that old north wind begins to blow
Keep your head together
And call my name out loud
Soon you'll hear me knocking at your door

You just call out my name
And you know wherever I am
I'll come running to see you
Winter, spring, summer or fall
All you have to do is call
And I'll be there

Ain't it good to know that you've got a friend
When people can be so cold
They'll hurt you, and desert you
And take your soul if you let them
Oh, but don't you let them

You just call out my name
And you know wherever I am
I'll come running to see you again
Winter, spring, summer or fall
All you have to do is call
And I'll be there
You've got a friend
Quando sei giu e hai problemi
e hai bisogno d'amore e attenzioni
e niente, niente va nel modo giusto
chiudi gli occhi e pensa a me
ed io arriverò
ad illuminarti le tue notti oscure

Semplicemente chiama il mio nome
tu sai dove sono sempre
verrò di corsa per vederti ancora
inverno, primavera, estate o autunno
tutto ciò che devi fare è chiamarmi
ed io arriverò
tu hai un amico

Se il cielo sopra di te
diventa scuro e coperto di nubi
e quel vecchio vento del nord inizia a soffiare
mantieni la calma
e chiama il mio nome ad alta voce
presto sentirai il mio battere alla tua porta

Semplicemente chiama il mio nome
tu sai dove sono sempre
verrò di corsa per vederti ancora
inverno, primavera, estate o autunno
tutto ciò che devi fare é chiamarmi
ed io arriverò

E' bello sapere che hai un amico
tra tutta quella gente fredda
loro ti feriscono e ti abbandonano
prendono la tua anima se li lasci fare
oh, ma tu non glielo permetterai

Semplicemente chiama il mio nome
tu sai dove sono sempre
verrò di corsa per vederti ancora
inverno, primavera, estate o autunno
tutto ciò che devi fare é chiamarmi
ed io arriverò
tu hai un amico


mercoledì 19 ottobre 2011

Al Museo delle Cere di Roma una statua di Stefano D'Orazio

Oggi 19 ottobre al Museo delle Cere di Roma alle ore 15:00 verrà inaugurata una statua a Stefano D'orazio, fino al 2009 batterista dei Pooh ed ora sceneggiatore di musical come "Pinocchio", "Aladin" e "Mamma Mia!", di cui è traduttore.
La statua lo raffigura dietro la batteria e troverà posto all'interno della sala dedicata ai musicisti italiani contemporanei e farà bella mostra di sé insieme a quelle di Ligabue, Zucchero, Bocelli, Pavarotti, Verdi.
Il Museo delle Cere di Roma è stato fondato nel 1958 ed in Europa è il terzo per importanza, dopo quelli di Londra e Parigi.
Per informazioni: www.museodellecere.com

Stefano D'Orazio


Fonti: http://www3.varesenews.it/life/articolo.php?id=215644

martedì 11 ottobre 2011

Videochat dei Pooh su TG1 Online

Ieri alle 14:00 è andata in onda sul sito TG1 Online la videochat che ha visto come protagonisti i Pooh.
Per chi come me era al lavoro e non ha potuto assistere alla diretta, ecco il link:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-930c5f5e-20c2-4b93-bd4c-92150c905ae7-tg1.html

Fondamentalmente, quali novità ne sono venute fuori?
Ecco un sunto...


Dodi = In questa ultima parte del 2011 è prevista una tournee in Canada e nei paesi dell'Est con l'accompagnamento di una orchestra sinfonica. Nel 2012 il tour proseguirà in Europa. Già nel 1972 i Pooh impiegarono una orchestra sinfonica durante il tour di promozione dell'album "Alessandra".

Red = Di "Dove comincia il sole. Live" sono state preparate tre edizioni: 2 cd, 2 dvd, luxury. La luxury riproduce il palco, contiene tre cartoline autografate, 2 cd, 2 dvd, delle bonus track, un libro. Proprio nelle prime tremila copie della versione luxury è presente un refuso che ha dato ai Pooh l'idea di un concorso: i primi tre fan che comunicheranno al sito di aver individuato l'errore vinceranno ognuno un biglietto per il concerto del 21 gennaio 2012 all'Olympia di Parigi.
Vi è in progetto di rimasterizzare tutto il catalogo, non di remixarlo.
I Pooh non intendono fermarsi, non si sono posti una data, ma vogliono invece giungere al cinquantennale di carriera.
Non è prevista la pubblicazione di un'altra autobiografia.

Dodi = Dopo "Pinocchio" ed "Aladin" stanno pensando ad un nuovo musical.

Red = Gli album che hanno dato più soddisfazioni sono stati "Alessandra" perché conteneva i primi grandi successi "Tanta voglia di lei" e "Pensiero" (il buon Red si è confuso con "Opera Prima"!); "Parsifal"; "Boomerang" per la svolta dal melodico al pop rock; "Uomini Soli"; "Viva" perché è l'album che ha venduto di più.

La luxury edition del live

venerdì 7 ottobre 2011

8 ottobre sciame delle Draconidi

Per sabato 8 ottobre si prepara una spettacolare pioggia di meteore: si tratta dello sciame delle Draconidi, orignato nella costellazione circumpolare del Drago. Tali stelle cadenti taggono la loro origine dalle polveri lasciate dalla cometa 21P/Giacobini–Zinner nei suoi passaggi al perielio risalenti al 1887 ed al 1926.
I picchi di massima attività previsti sono due: il primo alle 19:00, il secondo alle 22:00; il fenomeno sarà molto più intenso rispetto agli anni precedenti, con stimate dalle 600 alle 1000 meteore l'ora. Purtroppo la presenza della Luna in fase quasi piena disturberà con la sua luce l'oservazione.




venerdì 30 settembre 2011

giovedì 29 settembre 2011

Onomastici ed arcangeli

Alla ricorrenza dell'onomastico non ci ho mai fatto caso. Ricordo che il mio cade il 29 settembre unicamente perché la data è anche il titolo della celebre canzone che Equipe 84 e Battisti hanno condiviso.
Il nome Michele deriva dall'espressione "Mi-ka-El" che significa "chi è come Dio". Il mio nome è piuttosto impegnativo. Soprattutto perché ogni volta che deve essere recepito da chi deve scriverlo devo fare lo spelling... "Stia attento, Michaela con l'H... ci acca a...".
Quest'anno ho avuto la sorpresa di ricevere gli auguri per il mio onomastico. Grazie Giuseppe! Grazie Antonio! Grazie Angelo! Questa foto è per voi, il tramonto di questa sera...


Primo piano

"Alessandro!"
"Che c'è?"
"Fammi un favore, vieni qui che voglio farti una foto da mettere come sfondo del mio cellulare. Fammi un bel sorrisone, così ogni volta che ti vedo la tua mamma è contenta!".


40 anni di "Opera Prima"

40 anni fa, nel 1971, veniva pubblicato l'album dei Pooh "Opera Prima".
Perché  "Opera Prima"? Probabilmente per indicare un nuovo corso stilistico e compositivo rispetto a quanto prodotto negli anni precedenti (l'ultimo lavoro risaliva a "Memorie" del 1969). Si trattò inoltre del primo album pubblicato con la casa discografica CBS.
La track-list era così composta:

Lato A
Pensiero
Un caffé da Jennifer
Tutto alle tre
Terra desolata
A un minuto dall'amore

Lato B
Tanta voglia di lei
Che favola sei
Il primo e l'ultimo uomo
Alle nove in centro
Opera prima

Cosa si può dire di tali brani?
"Pensiero" venne tradotta in castigliano con il titolo "Pensamiento".

"Tutto alle tre" venne tradotta in inglese come "The suitcase (Tutto alle tre)", mentre per il mercato di lingua spagnola divenne "Todo a las tres".

"Terra desolata" è la trasposizione del poema "La terra desolata" di Thomas Stearns Eliot (Saint Louis, 26 settembre 1888 – Londra, 4 gennaio 1965), poeta, drammaturgo e critico letterario statunitense.

Le prime sette note del cantato di "A un minuto dall'amore" sono un omaggio di Valerio Negrini a Giacomo Puccini e sono tratte da uno dei temi portanti della "Turandot". Questo brano è stato tradotto in castigliano con il titolo "A un minuto del amor".

Inizialmente alla musica di "Tanta voglia di lei" sono stati abbinati vari testi prima di giungere a quello definitivo: "Meno male" e "Tutto il tempo che vorrai" di Valerio Negrini, "La mia croce è lei" di Daniele Pace (autore della CGD, il suo testo che si rifaceva al brano "My Sweet Lord" di George Harrison del 1970, componente dei Beatles). Una volta individuato il testo appropriato, un primo titolo proposto fu "Nel mondo tanta voglia di lei". Giancarlo Lucariello stesso decise di far cantare "Tanta voglia di lei" a Dodi Battaglia, allo scopo di evitare che Riccardo Fogli detenesse il monopolio dell'interpretazione dei brani.
Il brano al "Festival Bar" li fece giungere secondi e ricevette il premio come miglior canzone dell'estate. I gestori dei 30 mila juke-box sparsi in Italia dovettero cambiare per tre volte i dischi di questa canzone a causa dell'usura.
"Tanta voglia di lei" venne tradotto in inglese con il titolo "I'll close the door behind me", mentre nei paesi di lingua spagnola venne titolato in vari modi: "Debes comprenderme", "El verdarero amor", "Tantos deseos de ella", "Tantos deseos de ti". Una versione dal titolo "Dos Amantes" entrò a far parte del repertorio di un cantante messicano, mentre un certo El Puma la ripropose in tutta l'America del Sud senza detenerne i diritti; comportamento che il personaggio ripeté negli anni successivi senza mai pagare i diritti d'autore.

Il gruppo era così composto:
Valerio Negrini: voce, batteria, percussioni.
Roby Facchinetti: voce, tastiere, pianoforte.
Riccardo Fogli: voce, basso.
Dodi Battaglia: voce, chitarre.


mercoledì 28 settembre 2011

Sospinti da quel vento imprevedibile


NAVI - Umberto Tozzi ("Aria & Cielo", 1997)

Questa nave va
Non si ferma proprio mai
Altre navi là luci rosse fra le stelle e noi
Questa nave va, non si ferma mai
Altre navi là incrociano intorno a noi
Quanta solitudine sul mare
Quanta voglia fragile di amare
Chiusi in una bolla impermeabile
Sospinti da quel vento imprevedibile
Ma come fare a credere a sperare
Batte dentro al petto inesauribile
Un palpito normale questa musica vitale
La nebbia si alzerà e andrà via vedrai
Limpida oramai questa notte è più chiara sai
Luccica la luna sopra il mare
Ora puoi tornare a respirare
Mai più sola mai te lo giuro non sarai
Ancorata a me solo quando la tempesta c'è
Ma come fare a credere a sperare
Chiusi in una bolla impermeabile
Vedere il mare grosso
Che ti assale fa un po' male
Mai più sola mai te lo giuro non sarai
Qui vicino a me un piccolo riparo c'è
Quanta solitudine sul mare
Quanta voglia fragile di amare
Mai più sola mai...

Buon compleanno

Ha senso festeggiare il compleanno di un'amicizia?
In effetti il rapporto d'amicizia e d'affetto tra due persone è un po' come un bambino: va allevato, accudito, coccolato. L'amico va consolato e sostenuto nei momenti di sconforto, se ne sopportano i momenti di rabbia e di capricci. Come per i bambini, nell'amicizia bisogna crederci e guidarla per guidare l'accrescimento reciproco delle persone che la condividono.
L'amicizia porta a fare qualche sacrificio per essa, mentre altre volte è lei a doversi mettere da parte.
L'amicizia ti fa ridere, sognare, pensare, arrabbiare, sperare, scoprire, riscoprire. Comunque vada, che duri anni o qualche mese, porta qualcosa nella tua vita e quando e' condizionata dalla distanza è ancora più preziosa perché nonostante la barriera dei chilometri riesce a mantenersi viva e forte e palpitante e ricca.
L'amicizia, l'affetto che inevitabilmente l'accompagna, il confrontarsi con un'altra persona che viaggia sulla nostra stessa lunghezza d'onda, e' un bellissimo regalo che il 2010 mi ha riservato. Ed anche se oggi non è il 29, ma il 28 settembre, mi viene lo stesso da pensare "... seduto in quel caffé io non pensavo a te...".
Buon compleanno amico mio.

martedì 27 settembre 2011

Polvere

"Polvere, gran confusione, un grigio salone,
in quale direzione io caccerò la
polvere dai miei pensieri? E quanti misteri
coi pochi poteri che la mia condizione mi dà."
"Polvere", Enrico Ruggeri, "Presente" (1984)

sabato 24 settembre 2011

Autografi spaziali


Vai a Bologna per goderti un po' di smog, calca, rumore e chi trovi?
L'astronauta Paolo Nespoli che rilascia autografi!

venerdì 23 settembre 2011

Codice

In giorni come questo avrei bisogno di una pacca sulla spalla e di qualcuno che mi dicesse che non sono rincretinita, che il codice che sto cercando di vivisezionare è davvero complicato...
Pure un cervello nuovo non farebbe schifo.
Che stanchezza...

giovedì 22 settembre 2011

Non ti fidare di questo Sole

Non ti fidare di questo Sole, porta verso l'inverno, verso il freddo.
Non ti fidare di questo Sole, non porta verso la sabbia calda, ma verso malinconici voli di gabbiani.
Non ti fidare di questo Sole, non farà germogliare le nuove foglie verdi, le farà seccare per poi far finire il lavoro all'aguzzino del vento dell'inverno.
Non ti fidare di questo Sole, non porterà più luce, ma farà in modo di allungare le buie ombre delle case perché le giornate le taglierà.
Non ti fidare mai di questo Sole, grande inganno che ti porta verso le piogge e la nebbia, veso le nuvole minacciose che mostrano la loro parte peggiore.
Non fidarti di questo Sole... non farlo mai.


Giuseppe G.


Grazie amico mio per questo regalo.

"Dove Comincia il Sole. Live. 27 agosto 2011"

Lo scorso 27 agosto presso il Castello D'Este (PD) ha trovato termine il "Dove Comincia il Sole Tour", la tournee più lunga intrapresa dai Pooh nel corso della loro carriera. La location del concerto ha fatto da cornice alla realizzazione di un live che sarà disponibile nei negozi dal prossimo 11 ottobre: "Dove Comincia il Sole. Live. 27 agosto 2011".
Il live sarà disponibile in tre diversi formati: doppio CD contenente i brani presentati durante il concerto; doppio DVD in cui sono raccolte le immagini più belle catturate nel corso dello spettacolo; una "luxury box" contenente i due CD, i due DVD, un libro brossurato ed un pop-up.
Etichetta: Halidon

martedì 20 settembre 2011

AAARRRGGGHHH!!!

Ho appena terminato una telefonata con una cliente e lo stato d'animo non è dei migliori.
Quando capiranno che il dono della lettura del pensiero non lo possiedo?
Vado in bagno a dare qualche capocciata contro la vaschetta del water... sia mai che si smuove qualcosa...

sabato 17 settembre 2011

"Magia", Data - 1974


"Laggiù dove il cielo
colora i tramonti
vive un uomo che racconta
di un mondo sconosciuto a noi...
"

Quando Umberto non era ancora Umberto Tozzi.

venerdì 16 settembre 2011

What do you see when you turn out the light?


"Would you believe in a love at first sight?
Yes I'm certain that it happens all the time.
What do you see when you turn out the light?
I can't tell you, but I know it's mine...
"

"With a Little Help From My Friends", Joe Cocker

giovedì 15 settembre 2011

Certi piccoli dolori

Certi piccoli dolori dimorano nel cuore e non ti lasciano mai.
In certi periodi arrivi a patti con loro, ci convivi come si convive con un rumore di sottofondo, un ronzio che dopo un po' diventa un'abitudine.
Ma certi giorni diventano prepotenti, uno di loro alza la voce più degli altri, con la pretesa che non ci si abitui a lui, togliendoci l'illusione di averlo addomesticato.
Certi piccoli dolori ti riportano alla realtà.

domenica 11 settembre 2011

Magie dell'aria calda...

... e di metri e metri quadri di stoffa colorata.
Ferrara, Balloons Festival.

Gonfiaggio della mongolfiera adibita al trasporto di 20 passeggeri.

Mentre la gigantesca mongolfiera continua a prendere forma, altre hanno già preso il volo e colorano il cielo di Ferrara.

Il marmocchio ed io in posa con la mongolfiera a foggia di Obelix.

Spettacolo notturno al ritmo del "Bolero" durante il gonfiaggio, poi di "YMCA".

giovedì 8 settembre 2011

Dalla parrucchiera

"Hei, sulla cute hai una macchia a forma di cuore!".
"Ma va?".
"Sul serio, è perfetta, ha pure la punta! L'altra volta non c'era".
Mi sa che ad agosto ho esagerato con le canzoni dei Pooh e di Umberto Tozzi...

lunedì 5 settembre 2011

Monoblocco


Direttamente dal freezer un freschissimo monoblocco di gelato + ciotola + cucchiaino.
Sullo sfondo un episodio di "Chuck".

Com'è il rientro al lavoro?

C'è l'auto pulita due giorni fa che subito viene bagnata dalla pioggia.
C'è la radio che mi accoglie con le note di "Word up" dei Cameo.
C'è la voce calda di un amico che al telefono mi augura buon rientro in uffico.
C'è la curva affrontata sterzando bruscamente il volante per evitare il furgone che l'ha presa un po' troppo larga e tenermi il mio specchietto attaccato allo sportello.
C'è il blu delle nubi temporalesche ed un pezzettino di azzurro nello squarcio laggiù in fondo.
C'è il filo tra i pali del telefono nero di storni.
C'è il campo di mais mietuto a metà.
C'è la coda di auto al semaforo.
C'è il nonno con il passeggino sul marciapiede.
C'è il vetro della porta dell'ufficio che restituisce la mia immagine con le chiavi in mano.
C'è il computer da accendere e le idee da riordinare.
Si ricomincia...

domenica 4 settembre 2011

"Mamma, cos'e' Dio?"

Questa sera Alessandro mi ha colta alla sprovvista con una domanda che non mi aspettavo da un bambino di quattro anni.
Eravamo sul divano, stavamo guardando la televisione. All'improvviso mi ha domandato "Mamma, cos'e' Dio?". Ho guardato smarrita mio figlio, la bocca per la sorpresa.
Subito ho cercato di riordinare le idee chiedendomi come spiegare in parole semplici un concetto cosi' grande. Poi sullo schermo è comparso il faccione sorridente di Scooby-Doo ed Alessandro ha esclamato "Bau buffo!" e felice ha dimenticato tutto quanto.
La prossima volta come farò a spiegare un concetto così grande ad una mente così candida?

Ore piccole

Ho approfittato dell'ultima serata libera prima del rientro al lavoro per terminare sul mio sito la sezione dedicata alle raccolte non ufficiali dei Pooh. Mancano solo le copertine.
Mi sono detta "Quanto ci vorrà mai?". C'è voluto, c'è voluto.
Sbircio l'orologio e quello mi risponde con un 03:46.
Ed una mezza idea mi frulla in merito ad Umberto Tozzi. Mi sa che mi dedicherò anche alla sua discografia.

"Tu che sei di me la cicatrice d'amore
tu che non ci sei però ti fai ricordare
come zucchero nel cuore
la mattina quando penso a te
come neve o cocaina ti ripesco
dentro al mio caffè...
"


"Come zucchero", Umberto Tozzi, album "Tu", 1978

giovedì 1 settembre 2011

Dodi Battaglia dei Pooh firma "Miss Italia è"

Per la manifestazione "Miss Italia 2011" l'inno ufficiale dal titolo "Miss Italia è" porta le firme di Paolo Conti e Valeria Caponnetto Delleani, mentre la musica è di Dodi Battaglia dei Pooh, Danilo Ballo e Phil Mer. Il brano è edito da Buena Suerte Records.


Fonte: www.ilsecoloxix.it/p/magazine/2011/08/31/AOsUwC0-incontrano_psicoterapia_musica.shtml

mercoledì 31 agosto 2011

Capita quando capita



Nel mio cuore i Pooh sono sempre in quattro.
Mica male il moro che hanno scelto ad interpretare la statua...

martedì 30 agosto 2011

domenica 28 agosto 2011

Passione

P-A-S-S-I-O-N-E
Serpeggia, si insinua, rimane latente.
A volte si presenta come una idea, altre volte è un suggerimento, oppure un colpo di fulmine, una intuizione.
Poi si accende e divampa, travolge qualsiasi cosa e diviene il pensiero fisso, il fine ultimo delle proprie energie e del tempo libero. Nulla è più importante, nulla è più emozionante e intrigante e pieno di soddisfazione.
A volte ti accompagna per tutta la vita, a volte ti abbandona dopo qualche tempo per cedere il posto ad una nuova emozione.

sabato 27 agosto 2011

Pennarello

"Attenta, Alessandro ti sta scarabocchiando la gamba!".
"Sta disegnando un ragno. Non preoccuparti, ha solo pennarelli lavabili".
No, non ha solo pennarelli lavabili...

giovedì 25 agosto 2011

Moda?

Quello che non capisco è perché debba vedere bambine di 6 / 7 anni indossare zoccoletti con il tacco...
Perché? Che senso ha voler trasformare in signorine quelle che sono ancora bimbe? Perché costringerle ad una posizione innaturale di gambe e schiena?
Non ho mai capito chi desidera far atteggiare i bimbi a donnine oppure ometti.

mercoledì 24 agosto 2011

L'altra parte del cielo



Questa sera ho visto il cielo diviso in due metà, il rosa a toccare il blu con sottili dita di nube. La stessa entità scissa in due unità distinte ma che si completano a vicenda. Come due anime che da sempre si cercano.

"... lei è l'altra parte del cielo.
Non vorrei, ma lei
sa tutto di me
sa le mie parole
anche quando parlo da solo.
... le stanze della vita sono piene di parole
di gente troppo insieme e di persone troppo sole.
Respiro l'aria mia, dei miei pensieri...
"

"L'altra parte del cielo", Pooh, album "Giorni infiniti"

lunedì 22 agosto 2011

Falena

Come silenziosa falena mi poso sul cuscino e ti osservo mentre dormi. Profondo è il tuo respiro, rapido è il movimento dei tuoi occhi sotto le palpebre mentre costruisci un sogno che non conosceró mai.
Come falena rimango ad osservarti fino al tuo risveglio, cerco di indovinare il tuo primo pensiero.
In sogno mi hai inseguita?

domenica 21 agosto 2011

30 gradi al buio

Sera d'agosto, 30 gradi di caldo e umidità, le attività umane rallentano, anche i grilli sembrano frinire più piano.
Percorro in auto le strade afose, ai lati sfilano finestre serrate, finestre buie, finestre completamente aperte. Da queste ultime rubo scorci di vite illuminate dalle lampade.
Nella prima finestra c'è una giovane donna in canottiera bianca davanti ad un fornello. Pochi metri ed una stanza tinteggiata di ocra ha una applique ad una parete, un computer ed un uomo in maglietta senza maniche in piedi al centro. In un condominio un bimbo sporge la manina da un balcone. Una signora annaffia una fila di piante in vasi bianchi. La lampada bassa di una cucina illumina un anziano in canottiera. C'è il profilo di una pancia gravida sulla soglia di una porta, istintivamente mi porto la mano al ventre e ricordo nitida la sensazione.
Giunta a casa il sollievo del condizionatore dell'auto termina il suo effetto, apro lo sportello e la brezza calda mi avvolge. All'orizzonte a sud la costellazione dello Scorpione protende le sue chele. Penso a chi sta lontano, a chi mai vedró, a chi forse sta osservando queste stesse stelle.
La realtá mi richiama a sé ed ha la voce di mio figlio.

venerdì 19 agosto 2011

Blu e blu

Blu di cielo.
Blu di mare.
Blu di onde.
Blu di venatura di conchiglia.
Blu di costumino di bimbo.
Blu di gelato che gocciola sulla sabbia.
Blu di livido sul braccio.
Blu di crema protettiva.
Blu di orecchini.
Blu di amico che manca.
Blu di amico ormai perso nel blu.
Blu di umore.
Blu di futuro.
Blu di amore senza futuro.

Scie

Scia di lumachina durante la bassa marea del tardo pomeriggio.

Felicitá è...

... condividere con il marmocchietto le cuffiette ed ascoltare insieme l'album "Hurrah!" di Umberto Tozzi.
...fuga in sogno fuga senza te fiorirá nel legno di una notte blu il bisogno di abbracciare chi non c'è da non poterne più. Fuga in sogno finché batterà questo cuore a spugna basta andare via scavalcando il regno della realtà e della fantasia...

domenica 14 agosto 2011

Mohito

Di sicuro non è l'antidoto alla sindrome premestruale, peró a fine giornata un aiutino lo dá.
Parlo della menta, cosa credevate?